#una piccola conquista 2

Oggi voglio raccontarvi di un’altra piccola grande conquista di nostro figlio e, di conseguenza, di tutta la famiglia.

Le feste natalizie sono alle porte e gli eventi mondani aumentano. Cene, pranzi, aperitivi per il classico scambio di auguri, sono eventi all’ordine del giorno e per noi eventi dalla partecipazione ‘impegnativa’ di tutta la famiglia.

L’ultimo che ci è stato proposto, è stato organizzato dalla famiglie della sezione della scuola materna di mio figlio più piccolo: si trattava di un pranzo organizzato in una sala affittata, quindi tutto autogestito, per lo scambio degli auguri con tombolata e giochi per tutti i bimbi. Abbiamo deciso di partecipare tutti insieme, prevedendo la presenza di nostro figlio grande limitatamente al pranzo, preparando una pietanza da lui adorata.
Avevo organizzato tutto nei minimi particolari: io sarei andata un po’ prima e lui sarebbe arrivato col papà immediatamente prima dell’inizio del pranzo, perché in un ambiente simile, per lui sarebbe stato molto difficile riuscire a rimanere a lungo. Non giocando spontaneamente con gli altri bambini e con i giochi, non è facile tenerlo occupato per lungo tempo.

Al suo arrivo ero già pronta col piatto fumante di lasagne, lui ha subito incrociato visi noti e non ha avuto nessun problema ad ambientarsi. Sul cibo non avevo dubbi ed ero già proiettata sul piano B: portarlo dai nonni subito dopo pranzo. Con nostro grande stupore, non ce n’è stato bisogno, poiché dopo mangiato, è rimasto quasi 2 ore in compagnia nostra e degli altri bambini, correndo con loro e comportandosi in maniera impeccabile!
E’ stata una vera conquista! E’ stato uno di quegli episodi che ci spinge a continuare questo percorso, consapevoli che la vera forza è lui, che ci stupisce ogni giorno e ci arricchisce come nessun’altra cosa!

Share

Ciao sono Marinella, moglie e mamma lavoratrice. "Insegnami a giocare" nasce dalla richiesta di mio figlio più grande, un bimbo davvero speciale che mi ha chiesto proprio di insegnargli a giocare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *